Igiene orale e prevenzione

Il vero segreto per avere bocca e denti sani è la prevenzione, basta su igiene orale e quotidiana e su sedute d’igiene professionali periodiche.

Eseguire visite periodiche dal proprio odontoiatra previene l’insorgenza di malattie del cavo orale e la formazione della carie.

La cattiva igiene orale non solo è all’origine della carie dentale, ma è anche la causa principale di infiammazioni alle gengive ed agli altri tessuti di sostegno del dente.

Placca batterica

Dopo aver mangiato i batteri aderiscono sul dente, con il tempo iniziano a riprodursi ed altri si aggiungono a loro. Si forma una pellicola simile alla “colla” che li fa aderire saldamente alla superficie dei denti. Se essa non viene asportata con un’adeguata igiene orale, i batteri iniziano a farsi strada tra la gengiva e il dente, nel colletto. I tessuti rispondono a quest’intrusione con una risposta infiammatoria.  

Tartaro

Dopo circa 48 ore la placca batterica si è calcificata intorno ai denti. Così si è formato il tartaro, molto più difficile da asportare con l’igiene quotidiana, che infiammando il margine della gengiva, può estendersi ai tessuti più profondi, fino a raggiungere l’osso che si retrae e che di conseguenza fa vacillare il dente, per poi infine cadere.

Gengivite

Interessa la gengiva marginale, è caratterizzata da arrossamento del margine, gonfiore, sanguinamento e talvolta ipertrofia gengivale. Se tale malattia non viene curata in tempo, il rischio è quello di una distruzione dei tessuti che circondano il dente.

Parodontite

La gengiva si stacca dal dente formando una tasca parodontale. In natura la gengiva è staccata dal dente per circa 3 mm, se la profondità aumenta e non si continua a intervenire, l’osso comincia a distruggersi e ritirarsi. Il dente senza supporto inizierà a muoversi e se tale mobilità aumenta, la probabilità di perdere il dente in futuro è elevata.

E’ quindi importantissimo attenersi scrupolosamente ad una migliore igiene orale. Tramite sedute d’igiene orale e profilassi saranno spiegate le varie tecniche per ridurre la placca batterica presente.

Dopo varie indicazioni dell’igienista, il paziente sarà inserito in un programma d’igiene orale professionale personalizzato:

  • ablazione del tartaro
  • courettage sotto gengivale
  • se necessaria eventuale chirurgia padodontale

La prevenzione instaurata nell’educazione del paziente, sarà il successo nella cura della malattia.


Condividi