Fosfatidilcolina e Cavitazione

La Fosfatidilcolina è una tecnica iniettiva introdotta nella Medicina Estetica con il nome “Lipodissolve” al fine di dare immediatamente un’idea dell’effetto che queste iniezione hanno sulle cellule del tessuto adiposo. Il farmaco viene iniettato con aghi molto sottili e lunghi solo 1,5cm con un ciclo di quattro, sei, otto, dieci sedute (a seconda dell’entità del problema), ottenendo un miglioramento del profilo corporeo.

La Cavitazione è una delle ultimissime novità che sono a disposizione del Medico Estetico per combattere il grasso localizzato.

Questa tecnica utilizza l’emissione di ultrasuoni ad alta potenza ed a frequenza fissa che vengano localizzati nel grasso sottocutaneo dove agiscono formando microbolle di vuoto che, essendo instabili, tendono ad “implodere” provocando il danneggiamento e la disgregazione delle cellule adipose.

Le zone più frequentemente trattate sono la parte alta della coscia, il ginocchio, l’addome, la regione lombare, i glutei e le braccia.

Fosfatidilcolina, cavitazione ultrasonica, radiofrequenza, mesoterapia, tutte tecniche valide nel trattamento delle adiposità localizzate e della cellulite: sarà il Medico Estetico a decidere quale sia la più efficace in ogni singolo caso.