Personale e sala operatoria

 

Tale sezione fa riferimento alla nuova struttura sanitaria situata presso il comune di Dubino .

Tale struttura, oltre all’area distinta di chirurgia ambulatoriale, ospita cinque studi odontoiatrici, una zona amministrazione reception, la sala d’attesa, i servizi igienici, gli spogliatoi e gli ambienti necessari al funzionamento della struttura stessa.

Al piano superiore sono presenti spazi realizzati a valenza direzionale al servizio dello studio dentistico sottostante : un laboratorio odontotecnico, lo spogliatoio per il personale, un ufficio, una zona relax per gli ospiti , un ufficio, una ampia sala riunioni collegata direttamente con il blocco operatorio per la visione in diretta degli interventi di chirurgia orale e maxillo-faciale.

L’ area chirurgicaè ben divisa dal rimanente spazio anche se usufruisce di alcuni servizi comuni che completano gli standard minimi per una struttura di questo genere:

  • Area di attesa
  • Servizi igienici per utenti e personale
  • Spazio registrazione e segreteria
  • Deposito pulito e sporco
  • Locale assistenza post-operatoria
  • Ambulatorio chirurgico

L’area chirurgica (“blocco operatorio”) è di circa 80.00 mq e si articola in modo armonioso e lineare e permette un progressivo passaggio da zone settiche a zone asettiche che portano il paziente ed il chirurgo , attraverso filtri e vestizioni verdi , alla sala chirurgica.

Il problema dell’asepsi infatti, riveste un ruolo fondamentale all’interno di queste strutture caratterizzate da una grande “rotazione” di prestazioni chirurgiche. L’ immissione continua di aria filtrata con filtri specifici senza turbolenze favorisce l’asetticità della sala, inoltre la sovrapressione continua del flusso dell’ aria favorisce il passaggio del ciclo da zone asettiche a zone meno pure .

In una situazione di stress emotivo come quella di un intervento di chirurgia orale o maxillo-faciale , anche se di breve durata, è importante rassicurare e mettere a proprio agio il paziente .

Ciò lo si rende possibile innanzi tutto grazie ai rapporti umani positivi, ma anche canalizzando le energie del malato verso la creatività e l’ottimismo, con tutti i mezzi a nostra disposizione: materiali di pregio, arredi ergonomici e confortevoli, studio del colore su pareti e pavimentazioni . La corretta stimolazione sensoriale attuata attraverso un ambiente confortevole, ricco e caldo, contribuisce al mantenimento dell’equilibrio psicofisico favorendo il regolare processo di guarigione .

Il paziente segue un percorso verso la sala operatoria , attraverso una stanza di preparazione munito di bagno dove si spoglia , indossa il camice e viene accompagnato in sala. Il percorso in uscita prevede una visita in sala medicazione , se necessario , cambio abiti e uscita dal blocco chirurgico .

Il personale pulito segue un percorso verso la sala chirurgica attraverso un primo spogliatoio con vestizione bianca , munito di bagno. Così vestito entra nel filtro ingresso e nella vestizione verde ed indossa abiti e zoccoli verdi sterili  per poi accedere direttamente nel blocco operatorio.

Il materiale pulito segue un percorso verso il blocco operatorio attraverso una porta scorrevole che dalla sterilizzazione lo conduce in sala dove verrà stoccato negli appositi armadi. Parte del materiale sterile verrà invece prelevato e consegnato a locali esterni al blocco ove necessiti .

Il materiale sporco sterilizzabile esce attraverso la porta di sala , entra nel locale lavaggio , lavato , confezionato , sterilizzato e stoccato negli armadi di sala o dove necessiti .

Il materiale sporco non  sterilizzabile esce attraverso la porta , attraverso l’ area di lavaggio e viene evacuato all’esterno . La comunicazione tra i gruppi avviene attraverso spazi ben compartimentati, aggregati in modo fluido, fruibili attraverso percorsi naturali di decontaminazione .


Condividi